Fedora tutorial



Fedora è una distribuzione GNU/Linux il cui sviluppo è sponsorizzato da Red Hat e curato dal Progetto Fedora, un progetto open source, tramite la relativa community.

L'obiettivo del progetto Fedora è quello di lavorare con la community di GNU/Linux per creare un sistema operativo completo, utilizzando esclusivamente software liberi e forum pubblici con processi aperti. Questo porta a un continuo aggiornamento delle distribuzioni, aggiornamento che è diventato molto semplice, anche da una distribuzione all'altra.

In Fedora sono presenti applicativi, distribuiti sotto licenza open source, inclusi nel sistema operativo commerciale di Red Hat (Red Hat Enterprise Linux).

Essa è indicata per qualsiasi utilizzo poiché contiene tutti gli strumenti per lavorare in ambiente server senza tralasciare una serie di tool grafici per la configurazione, utili per gli utenti alla ricerca di un desktop user-friendly. Basata sulla ricerca del massimo grado di aggiornamento è distribuita su base fissa semestrale con le versioni più recenti di ogni pacchetto, compreso il kernel.

Viene distribuita in versione DVD (con tutti gli ambienti desktop disponibili e installabili, oltre a moltissimo software aggiuntivo), in versione LiveCD con ambiente desktop di default (predefinito) GNOME e poi sono presenti anche le cosiddette versioni "spin", ed ha un ciclo di vita di 13 mesi circa. Per chi volesse utilizzare software non libero ci sono repository "RPMFusion" (free e nonfree).

Fedora linux è particolarmente orientata alla sicurezza, è la distribuzione ideale se per voi la sicurezza e la privacy sono primarie per voi.

Qui potete scaricare Fedora Workstation con il desktop gnome:

Fedora Workstation

Qui potete scaricare le cosiddette versioni "spin" di Fedora con il altri desktop:

Fedora Spins

Io ho scelto di installare la versione di Fedora KDE Plasma Desktop e i tutorial li ho fatti con quella versione.


Installiamo Fedora


Una volta deciso quale distribuzione di Fedora vogliamo utilizzare, dobbiamo scaricarne la iso. Masterizzarla su DVD o penna USB e avviarne l'installazione.

Vediamo ora il tutorial che ci guida passo passo nell'installazione di Fedora:

Installazione di Fedora


Creiamo la nostra distribuzione di Fedora


Una volta installata la nostra distribuzione non sarà ancora completa, in quanto gli mancheranno ancora diversi programmi che noi vorremo utilizzare.

I programmi possiamo installarli anche con l'applicazione grafica che gestisce i pacchetti di Fedora Linux, ma conviene sempre usare il terminale di linux. Usare il terminale è più semplice, veloce e risulta in tutte le distribuzioni linux il miglior modo di installare i programmi.

Quindi qui vediamo divisi per categoria tutti i programmi più importanti disponibili per linux. Possiamo così decidere di installare quali programmi vogliamo uno per uno digitando la relativa stringa di codice nel terminale:

  1. Installare i programmi per la gestione del sistema

  2. Installare i programmi multimediali

  3. Installare i programmi di grafica

  4. Installare i programmi per internet

  5. Installare i programmi per lo studio e l'ufficio

  6. Installare i programmi che usano il linguaggio LaTeX

  7. Installare i programmi che usano il linguaggio Markdown

  8. Installare i programmi per la crittografia

  9. Installare i programmi per scrivere musica

  10. Installare programmi e utilità di completamento

  11. Installare i giochi

  12. Installare i programmi per creare pagine web

Qui vi metto a disposizione uno script già pronto per installare i programmi più importanti per completare la vostra distribuzione di Fedora ed essere così subito operativi.

Questo script lo potete scaricare alla pagina del download al link sottostante:

script_fedora.sh

Una volta scaricato lo script andrà decompresso, reso eseguibile e lanciato. Qui troverete il tutorial che vi guida passo passo nella procedura.


Tutorial su Fedora


In questa pagina metto a disposizione dei tutorial per imparare a fare le operazioni più semplici con Fedora.

Questi tutorial sono pensati anche per gli utenti che non hanno nessuna esperienza di linux e del computer. Quindi proprio per questo riportano le immagini delle finestre passo passo per ogni azione da compiere in maniera che anche i neo-fili siano in grado di utilizzarli.

La maggior parte dei tutorial mostra come installare i programmi da terminale. i programmi si possono installare i diversi modi su Fedora, ma la scelta di mostrarlo come si fa da terminale non è fatta a caso. Spesso le versioni dei programmi cambiano da una distribuzione all'altra, installandoli da terminale automaticamente verrà installata la versione più recente per la versione di Ubuntu che stiamo usando in quel momento. In realtà ci sembrerà un metodo più difficile, ma in realtà ci stiamo semplificando la vita.

Ora vediamo una serie di tutorial per imparare a fare operazioni base estremamente elementari con Fedora:

Ora vediamo una serie di tutorial per imparare a installare programmi con Fedora usando le applicazioni grafiche:

Vediamo ora i tutorial su come lavorare con il terminale con Fedora:

Ora vediamo una serie di tutorial per imparare a creare gli script bash ed usarli per installare i programmi in Fedora:

Per usare un supporto esterno, sia esso un hard disk usb, una semplice chiavetta usb o altro bisogna imparare a gestire i permessi. Con Windows puoi inserire per esempio una penna usb e iniziare subito a scriverci sopra. Con Fedora non funziona così. Bisogna abilitare i permessi per quel supporto per poterci scrivere. Vediamo ora come si fa con l'apposito tutorial:

Vediamo ora come virtualizzare un sistema operativo con Fedora. Il sistema più semplice è quello di utilizzare una applicazione chiamata Boxes. Boxes è un'applicazione per accedere a macchine virtuali, in esecuzione in locale o in remoto. Consente anche di connettersi allo schermo di un computer desktop remoto.

Vediamo ora una serie di tutorial per imparare a creare ed usare delle macchine virtuali che ci permetteranno di utilizzare dei sistemi operativi virtualizzati all'interno di Fedora. Queste macchine virtuali (VM) le andremo a creare utilizzando il programma Boxes: